Crea sito

Milleproroghe, Maiorino (M5s): “Renzi in piazza rischia la pelle”. Insorge il Pd, caos al Senato

Milleproroghe, ironia Renzi su fondi Lega: “Cita Fonzie e Ralph Malph di Happy Days”

Art. 1-Mdp, Bersani: “Serve una sinistra popolare, che parli dei problemi veri”

Berlusconi: “Questo governo è nullo, il centrodestra resiste e tornerà a Palazzo Chigi”

Rocco (Casalino) e i suoi fratelli(ni) sempre più inconcludenti e ipocriti

Povertà sanitaria in crescita: richiesta medicine +9,7%, assistiti + 4%

Manovra, Borghi vs Boccia: “Non ci sono nanetti che trovano soldini in miniera”. “Quelli delle 3 carte ti fanno un baffo”

Governo, Calenda: “Salvini un opportunista che non ha fatto alcun provvedimento. Di Maio dovrebbe dimettersi”

Pace fiscale, Giorgetti: “Il tetto? Su base pluriennale è più vicino al milione di euro”

Processo Formigoni, l’avvocato commenta la condanna a 7 anni e mezzo: “Senza parole”

Elezioni europee, Calenda: “Io candidato? Solo con fronte progressista”

Agorà, Bongiorno su legittima difesa: “Giusto sparare? Chi entra in casa altrui accetta le conseguenze”

Fondi Lega, gli eletti del Carroccio: “Rate di 80 anni? Pronti a contribuire”

Pensioni d’oro, accordo sui tagli oltre i 4.500 euro netti al mese

Manovra, Di Maio: ‘Aumento Iva fake news. Siamo compatti: trovare risorse o a casa’

Perché l’accordo sui rimborsi della Lega costerà allo Stato un milione all’anno

Pansa: ho paura per l’Italia, golpe in arrivo o guerra civile

Gli italiani spendono 3 miliardi e mezzo alle “macchinette”

Di Maio. Pronto ddl per tagliare 345 parlamentari. Dal 1 gennaio pensioni minime a 780 euro

Conte. La pace fiscale si farà. Attueremo flat tax, reddito di cittadinanza e riforma legge Fornero

Romano (Pd) vs Mussolini: “Fico inascoltato nel M5s, gli propongo di iscriversi al nostro partito”. “Siete disperati”

Viterbo, Salvini su immigrati irregolari: “Rimpatri in calo? Colpa di chi c’era prima di me”

Migranti, Fico: ”Dalla Diciotti dovevano scendere il primo giorno”

Fisco, 12 mila euro l’anno tra tasse e contributi

Riso freddo con zucchine e carote, la ricetta estiva

Ue, Verhofstadt contro Salvini: “Non si parla di migranti, ma del consenso sulla loro pelle”

Migranti, Salvini: ”Permessi umanitari? Chiesto solo rispetto della legge”

I 49 milioni perduti della Lega – Videostoria dei rimborsi scomparsi

Fondi Lega, Bossi junior: ”I 50 milioni? Io non ho preso un soldo”

Nicaragua: riprendono lunedì i negoziati di pace

Ue, un cittadino su quattro a rischio povertà

Il livello salariale estremamente basso riguarda all’incirca il 10% della popolazione occupata. Anche la povertà dei bambini è prossima al 27%

 MILANO – “L’Europa deve rispondere alla richieste di quanti sono rimasti indietro, altrimenti non si potrà parlare di ripresa e ritorno alla normalità”. E’ il messaggio lanciato dalla Commissione europea con la conferenza dal titolo ‘il pilastro europeo dei diritti sociali’, dedicata alla promozione delle politiche sociali. Oggi nell’Ue un cittadino su quattro è a rischio di povertà o esclusione sociale, e la povertà lavorativa – il livello salariale estremamente basso – riguarda all’incirca il 10% della popolazione occupata. Anche la povertà dei bambini, prossima al 27%, è motivo di “particolare preoccupazione”, e l’Europa deve trovare una risposta a tutto questo. La situazione è tale da rendere l’agenda sociale non più rinviabile. La Commissione propone agli Stati membri di iniziare a lavorare a un mix di misure che preveda sostegno a salari adeguati, garanzia dell’accesso a servizi essenziali come ad esempio il diritto alla casa, e e misure di contrasto alla povertà. Tutte misure che laddove sono state adottate, hanno prodotto risultati, ma “l’accesso a questi servizi è spesso frammentato, rendendo difficile per le persone avere l’aiuto di cui hanno bisogno”.

Il commissario europeo per l’Occupazione e gli affari sociali, Marianne Thyssen, promette un cambio di marcia. “C’è la necessità di cambiare attraverso un pilastro sociale europeo che risponda a quattro sfide: migliori opportunità di vita per i giovani, buon equilibrio tra vita e lavoro, sfruttare le qualità professionali di tutti, e non lasciare nessuno indietro”. La Commissione europea farà la sua parte, assicura Thyssen. Spetterà però anche agli Stati membri promuovere quelle politiche che si rendono e che si renderanno necessarie. “Politica economica è politica sociale e viceversa, e le due cose non possono essere considerate come a sè stanti”. L’invito è quindi per tutti a lavorare sulla questione.

http://www.repubblica.it
error: Content is protected !!
Privacy Policy