Il carico fiscale cresce solo per le famiglie

Paradossale ma vero: nel 2015, nonostante una generale flessione della pressione fiscale, per le famiglie italiane il carico è addirittura aumentato. Questo il dato più significativo che emerge dal rapporto “Reddito, consumi e carico fiscale delle famiglie”, presentato oggi a Roma dalla Fondazione nazionale dei commercialisti e dal Forum delle associazioni familiari. Entrambe le organizzazioni hanno firmato un protocollo di intesa volto ad analizzare e a trovare possibili soluzioni per la crescente difficoltà economica.

Dallo studio emerge un significativo peggioramento della condizione economica delle famiglie come conseguenza della crisi: il numero dei nuclei familiari in condizioni di povertà assoluta tra il 2011 e il 2014 è aumentato del 36%, mentre la spesa media mensile è scesa del 6%. In calo anche il reddito lordo disponibile: -8,8% rispetto al 2008 a fronte di un amumento del carico fiscale (+0,3% rispetto al 2014). I dati mostrano in maniera inequivocabile come ad essere più colpite siano le famiglie numerose, in particolare quelle con tre o più figli. Va evidenziato come nel periodo 2010-2013 il calo del reddito familiare netto si sia concentrato nelle famiglie con 4 e più componenti (-3,4% quelle con 4 componenti e -7,5% quelle con più di 4 componenti) ovvero nelle coppie con almeno un minore (-2%). La stessa osservazione si ricava dall’aumento delle famiglie in condizioni di povertà assoluta che, nel periodo 2011-2014, colpisce in maniera significativa i nuclei con 4 componenti o più (+3,1% quelle con 4 componenti e +7,1% quelle con più di 4 componenti), e le coppie con tre e più figli (+9,3%).

Leggendo questi dati appare evidente come la crisi economica abbia inciso in maniera significativa sulla struttura familiare italiana. Nel periodo 2011-2014 le famiglie con un solo componente (7,6 milioni di famiglie) sono aumentate (+5,8%), mentre le coppie con figli (8,7 milioni di famiglie) sono risultate in calo (-0,9%). A sorprendere è soprattutto l’aumento del carico fiscale che si registra proprio nell’anno in cui la pressione fiscale, a livello generale, si è ridotta. Le famiglie sono dunque l’unica eccezione. Il rapporto tra imposte correnti pagate e reddito disponibile lordo delle stesse ha raggiunto il livello più alto degli ultimi venti anni nel 2015: le famiglie italiane stanno vivendo una situazione di particolare disagio perché è su di loro che si è scaricato il peso maggiore della crisi economica internazionale.

http://www.avvenire.it/