Finanza, trasferito il generale Bottillo. Indagava su Kering (e papà Renzi)

Bottillo promosso e trasferito in Friuli. Il generale della Guardia di Finanza stava coordinando le indagini sulla Kering, dove compare Renzi Sr.

 GUARDIA DI FINANZA, GIUSEPPE BOTTILLO PROMOSSO E TRASFERITO IN FRIULI

 

Cerimonia di avvicendamento nella carica di Comandante Regionale del Friuli Venezia Giulia, tra il Generale di Divisione Giuseppe Gerli ed subentrate Generale di Brigata Giuseppe Bottillo, alla Caserma “Campo Marzio” di Trieste. All’evento, alla presenza del Comandante Interregionale dell’Italia Nord-Orientale, Generale di Corpo d’Armata Flavio Zanini, ha partecipato una rappresentanza del personale in servizio nella Regione e dell’Associazione Nazionale dei Finanzieri d’Italia.

LA CARRIERA DEL GENERALE

Nel corso della cerimonia il Generale Gerli, destinato a ricoprire la carica di Comandante Regionale Emilia Romagna con sede a Bologna, ha rivolto espressioni di apprezzamento nei confronti di tutto il personale, per i risultati di assoluto rilievo conseguiti nel periodo di permanenza al Comando del Friuli Venezia Giulia. Il Generale Bottillo proviene da Roma, dove ricopriva l’incarico di Comandante del Nucleo Speciale Polizia Valutaria.

STAVA INDAGANDO SU PAPA’ RENZI

Negli scorsi anni Bottillo ha coordinato alcune tra le inchieste più delicate. A cominciare da quelle su Montepaschi di Siena, Ubi banca e Giovanni Bazoli, Sopaf e i fratelli Magnoni, Veneto Banca e Popolare di Vicenza. Non solo. In questi mesi stava anche coordinando le indagini sulla Kering e aveva guidato le perquisizioni a Carmine Rotondaro, uomo d’affari in rapporto con Tiziano Renzi, papà dell’ex presidente del Consiglio.

http://www.affaritaliani.it